lunedì, 25 settembre 2017 | Home | Contatti | Accedi

MOBILITÀ SCUOLA DOCENTI, ASSISTENZA AL MARITO, SCUOLA DI MONTAGNA, SPECIALISTA INGLESE, TITOLARITÀ SU SOSTEGNO PSICOFISICO. LE NUOVE FAQ

FAQ

di Paolo Pizzo, OrizzonteScuola.it, 27.05.2016

faq-3Pubblichiamo una serie di nuove FaQ relative alle operazioni di mobilità scuola docenti che riguardano le fase B, C e D.

Le autodichiarazioni dei titoli, esigenze di famiglia e servizi vanno firmate e scannerizzate?

No. Sono tutte dichiarazioni in carta semplice che non hanno bisogno di firma e di essere scannerizzate. Vale infatti la “firma” di istanze online. Solo le eventuali certificazioni mediche andranno scannerizzate e quindi inserite in formato digitale, se si decide di inviarle online allegate al modulo-domanda.

Ho la precedenza perché assito mio marito. Nel comune in cui lui risiede che corrisponde quindi al primo ambito che dovrei inserire, non esistono istituzioni esprimibili per il mio ordine di scuola. Che fare?

Il punto V dell’art 13 dispone che il personale beneficia della precedenza limitatamente ai trasferimenti all’interno e per la provincia o diocesi, per gli insegnanti di religione cattolica, che comprende il comune ove risulti domiciliato il soggetto disabile ed a condizione che abbia espresso il predetto comune o distretto sub comunale in caso di comuni con più distretti. Tale precedenza permane anche nel caso in cui, prima del predetto comune o distretto sub comunale, siano indicate una o più istituzioni scolastiche comprese in essi. Detta precedenza si applica anche alla fase A punto 1 dei trasferimenti, alle condizioni di cui sopra, limitatamente ai comuni con più distretti.

Pertanto, in assenza di posti richiedibili nel comune ove risulti domiciliato il soggetto disabile è obbligatorio indicare come prima preferenza l’ambito viciniore a quello del domicilio dell’assistito con posti richiedibili

Sono titolare su posto di sostegno psicofisico e nel trasferimento esprimerò come priorità (1 -2-3) solo questa tipologia di posto. Se un docente titolare su posto di sostegno ma udito dovesse esprimere la mia stessa preferenza, avrà io la precedenza perché già titolare su psicofisico?

No. Per i posti di sostegno è solo possibile esprimere una preferenza indicando l’ordine (1 -2 -3) tra le tre tipologie di posti, psicofisico, vista e udito. Il sistema lavorerà la domanda prendendo in considerazione solo il punteggio e non la titolarità di posto. Pertanto, se tu indicherai solo psicofisico e il docente titolare su udito indicherà psicofisico, avrà il trasferimento su questa tipologia di posto chi avrà più punteggio.

Ho svolto servizio in scuole di montagna. Avrò il raddoppio del punteggio?

Tale servizio riguarda esclusivamente i docenti titolari nella scuola primaria.

Nell’apposita casella bisognerà indicare il numero di anni di servizio di ruolo e/o pre-ruoloprestati in scuole uniche o di montagna per i quali il punteggio deve essere raddoppiato.

Per l’attribuzione del punteggio si prescinde dal requisito della residenza in sede.

Bisogna però considerare che per l’attribuzione del punteggio ci sono dei criteri ben precisi:

Il punteggio per le scuole di montagna spetta infatti soltanto per il servizio prestato nelle scuole elementari comprese negli elenchi, redatti con cadenza triennale dal Consiglio Scolastico Provinciale, ai sensi dell’art 2 della Legge n. 90/57. Riguarda esclusivamente l’elenco delle scuole pluriclassi, con uno o due insegnanti, poste nei Comuni di montagna, che debbano essere state considerate come situate in zona disagiata.

Sono un docente specialista in lingua inglese e ho svolto servizio per un triennio. Devo compilare l’apposita casella dell’anzianità di servizio?

Tale casella non può essere compilata da tutti i docenti specialisti.

Infatti riguarda il servizio di ruolo effettivamente prestato per un solo triennio senza soluzione di continuità, a partire dall’anno scolastico 92/93 fino all’anno scolastico 97/98, come docente “specialista” per l’insegnamento della lingua straniera.

Stessa cosa per la casella che riguarda gli specializzati

Va compilati per il servizio di ruolo effettivamente prestato per un solo triennio senza soluzione di continuità, a partire dall’anno scolastico 92/93 fino all’anno scolastico 97/98, come docente “specializzato” per l’insegnamento della lingua straniera.

Inserisco n 2 anni nella casella relativa alla continuità del servizio e il sistema mi dice che gli anni devono essere almeno 3. Perché?

La casella può essere compilata solo dai docenti delle fasi B1 e B2 e riguarda gli anni di servizio di ruolo (almeno 3 anni) prestati senza soluzione di continuità nel circolo di titolarità.

Il sistema attribuisce punti 2 per ogni anno entro il quinquennio e punti 3 per ogni anno oltre il quinquennio. Per il servizio prestato nelle piccole isole gli anni si contano 2 volte per realizzare il raddoppio del punteggio

Gli anni di servizio continuativo devono essere indicati solo dopo aver maturato il triennio di permanenza nella stessa scuola, nella stessa classe di concorso e per la stessa tipologia di posto, senza mai aver ottenuto assegnazione provvisoria /trasferimento/passaggi di cattedra o di ruolo (provinciali o interprovinciali) a meno che non si tratti di docenti soprannumerari che richiedono il rientro nell’ottennio.

Dal momento inoltre che si parla di triennio ma che l’anno in corso non può essere valutato, in realtà gli anni, incluso quello in corso, devono essere almeno 4.

La continuità può essere calcolata solo dall’assegnazione definitiva della sede con esclusione dei periodo di pre ruolo, ma anche di immissione in ruolo solo giuridica oppure su sede provvisoria (come l’anno di svolgimento del periodo di prova).

 Tale continuità va comprovata allegando al modulo domanda l’allegato F.

Tutto sulla mobilità

Tags FAQ, MOBILITA', Speciale,

  • Pubblicato 27/05/2016
  • Segnala su


 

centro

 

 

 

 

 

   fgu_logo2b Gilda Unams