venerdì, 26 maggio 2017 | Home | Contatti | Accedi

TFA III CICLO, POSSIBILE AVVIO IN PRIMAVERA. PRIMA APPROVAZIONE RIFORMA RECLUTAMENTO

Speciale

di redazione, OrizzonteScuola.it, 12.02.2017

Lo schema di decreto sul riordino, adeguamento e semplificazione del sistema di formazione iniziale e di accesso nei ruoli di docente nella scuola secondaria per renderlo funzionale alla valorizzazione sociale e culturale della professione, trasmesso in Parlamento con atto n. 377, dedica un articolo alla tanto attesa fase transitoria, che dovrà traghettare dal vecchio al nuovo sistema, garantendo coloro i quali sono già abilitati e coloro i quali sono già in possesso del titolo di studio valido per l’accesso ai ruoli della scuola secondaria.

E’ l’articolo 17 dello schema di decreto ad illustrare quella che sarà, una volta approvato il decreto, la procedura che dovrà armonizzare vecchio e nuovo sistema di formazione e reclutamento dei docenti nella scuola secondaria.

Nell’ambito della fase transitoria, come leggiamo nel comma 2 del citato articolo 17, è prevista l’attivazione di un un corso di Tirocinio Formativo Attivo.

Il TFA, come leggiamo sempre nel citato comma 2, può essere attivato soltanto per le classi di concorso e tipologie di posto per le quali sono esaurite le graduatorie ad esaurimento.

Per quanto riguarda la tempistica, non sono indicate date certe, tuttavia possiamo ipotizzare che il III ciclo di TFA possa essere attivato in primavera, considerato che il Parlamento deve esprimere il proprio parere sulle deleghe, entro 60 giorni dalla trasmissione delle stesse, come leggiamo nel comma 182 della legge n. 107/2015:

“[…] Gli schemi dei decreti sono trasmessi alle Camere per l’espressione del parere da parte delle Commissioni parlamentari competenti per materia e per i profili finanziari, che si esprimono nel termine di sessanta
giorni dalla data di trasmissione, decorso il quale i decreti possono comunque essere adottati…”

Considerato che gli schemi di decreto sono stati trasmessi in Parlamento il 17 gennaio 2017, quest’ultimo dovrà esprimere il proprio parere entro il 17 marzo 2017. Alla luce di tale tempistica per l’espressione dei pareri delle Commissioni competenti, il TFA, nell’ambito della fase transitoria, non potrà essere attivato prima della data citata (a meno che l’iter parlamentare si concluda prima del termine ultimo fissato), quindi se ne parlerà in primavera.

Il testo dello schema di decreto

Tags Speciale, TFA,

  • Pubblicato 12/02/2017
  • Segnala su


 

centro

 

 

 

 

 

   fgu_logo2b Gilda Unams