venerdì, 20 ottobre 2017 | Home | Contatti | Accedi

ORGANICI 2017/18. I CONTINGENTI DEI RUOLI

ORGANICI

da Gildains.it, 16.05.2017

Resoconto incontro MIUR-OOSS.

Il giorno 15 maggio 2017, presso il MIUR, si sono incontrate la delegazione di parte pubblica formata dalla DG Personale e le OOSS rappresentative per discutere il seguente odg:

  1. Sottoscrizione definitiva CCNI utilizzazioni relativo all’a.s. 2016/17;
  2. informativa organici personale docente a.s. 2017/18;
  3. informativa organici personale ATA a.s. 2017/18.

Le OOSS e l’Amministrazione hanno sottoscritto il testo definitivo del CCNI sulla mobilità annuale per l’a.s. 2016/17 dopo che il  Miur ha ottenuto le necessarie certificazioni dagli enti preposti. A margine, non possiamo fare a meno di sottolineare la surreale circostanza della firma di un contratto che regolamenta la vita professionale dei docenti con un anno di ritardo.

Per quanto riguarda l’organico dei docenti per l’a.s. 2017/18 l’Amministrazione ha confermato che l’organico di diritto (posti comuni e potenziamento) dell’a.s. 2016/17 viene confermato con la stessa distribuzione tra le regioni dello scorso anno.

Per l’organico di fatto ci saranno, come lo scorso anno, 30.262 posti, dai quali però vanno tolti i 15.100 posti che passeranno all’organico di diritto, così che nel fatto rimarranno 18.762 posti. Quindi aumenta l’organico di diritto, ma diminuisce in egual misura il fatto.

Nell’organico di diritto avremo 15.100 posti in più, di cui 3.600 di sostegno. Nei rimettenti 11.500 ci sono anche i 2.212 dei musicali. Questi posti sono ricavati dagli spezzoni aggregabili (su 25.000 spezzoni censiti se ne possono utilizzare 18.000 che sono quelli aggregabili).

La distribuzione dei 15.100 tra le regioni è stata discussa anche con i direttori degli UU.SS.RR. e ha seguito i criteri dell’andamento del numero degli alunni e delle posizioni da stabilizzare (per il sostegno anche la presenza degli specializzati). I criteri utilizzati hanno dato le seguenti percentuali di copertura dei posti per aree geografiche: nord 38%, centro 46%, sud 69%. Nella tabella allegata i posti in aumento o diminuzione rispetto all’a.s. 2016/17 delle varie regioni sono a saldo dell’adeguamento che è l’unico che fa la differenza.

Per le zone terremotate si prevede un provvedimento legislativo che manterrà il numero di posti aggiuntivi concessi lo scorso anno.

Si passa poi all’esame della bozza di nota del MIUR: “Dotazioni organiche del personale docente per l’anno scolastico 2017/2018 – Trasmissione schema di Decreto Interministeriale” (allegata).

La delegazione FGU-Gilda degli Insegnanti rileva come una parte delle osservazioni presentate sulla precedente bozza siano state accolte dall’Amministrazione. Rimangono tuttavia alcune questioni irrisolte, tra queste la mancanza per la scuola dell’infanzia di posti che dal fatto passano al diritto (nessun adeguamento/consolidamento) e l’assenza sempre per l’infanzia dei posti del potenziamento in assenza della pubblicazione della delega. Per i musicali rimangono le criticità sulle ore di strumento, sul numero di alunni per classe e sulla formazione delle cattedre.

L’Amministrazione ha poi presentato alcune proposte per la definizione dell’organico ATA per l’a.s. 2017/18 sulla scorta dei criteri già utilizzati lo scorso anno. Le OOSS hanno dichiarato che quella di oggi per gli ATA non può essere considerata un’informativa e chiedono di avere i dati degli alunni oltre all’organico di fatto dello scorso anno, così da poter iniziare a lavorare con dei numeri. Inoltre hanno ribadito la necessità del potenziamento e del passaggio di posti dal fatto al diritto anche per gli ATA.

La delegazione FGU-Gilda degli Insegnanti

Allegati:

Tags ORGANICI, Speciale,

  • Pubblicato 24/05/2017
  • Segnala su


 

centro

 

 

 

 

 

   fgu_logo2b Gilda Unams