venerdì, 21 luglio 2017 | Home | Contatti | Accedi

ASSEGNAZIONI PROVVISORIE, UTILIZZAZIONI E ALLEGATI: PUNTEGGI E TITOLI, DOCENTE CONIUGATO, RICONGIUNGIMENTO AL FIGLIO, PERDENTE POSTO. LE NOSTRE FAQ

FAQ

di Paolo Pizzo, LaTecnicadellascuola.it, 15.07.2017

Pubblichiamo una serie di FaQ relative alle assegnazioni provvisorie e utilizzazioni, nonché agli allegati da allegare alla domanda.

d. Sono un docente coniugato nel comune x. Posso chiedere ricongiungimento a mio figlio residente in altro comune? Quale allegato compilare?

r. Sì.

Il docente coniugato può richiedere ricongiungimento al figlio anche se residente in comune diverso rispetto al coniuge. Bisogna indicare nell’allegato i dati anagrafici del figlio, qual è il comune di residenza e da quanto tempo il figlio risiede in quel comune (da almeno 3 mesi rispetto la data di scadenza dell’invio delle domande).

Si ricorda che la residenza del docente non conta, ciò che rileva è esclusivamente la residenza del familiare a cui si richiede il ricongiungimento e per cui si ha diritto a richiedere assegnazione provvisoria.

d. Sono un docente che ha chiesto ricongiungimento al figlio inferiore i 6 anni. Posso avere in aggiunta anche il punteggio per figlio inferiore i 6 anni?

r. Sì.

Sono due punteggi differenti anche se in questo caso le due persone (figlio) coincidono. Il primo punteggio riguarda la lettera A della tabella, 6 punti, come ricongiungimento; il secondo, invece, riguarda l’esistenza dei figli che prescinde dalla residenza dello stesso. In questo caso lettera B 4 punti per figli inferiori ai 6 anni. In più, è possibile sfruttare la precedenza sempre per figli inferiori ai 6 anni (art. 8).

Pertanto, nello stesso allegato, si riporteranno i dati del figlio due volte, una volta come “ricongiungimento” e un’altra come assegnazione di punteggio di cui alla lettera B per avere i 4 punti in più.

d. Richiedo l’utilizzazione nella scuola di precedente titolarità perché perdente posto degli anni precedenti. Deve allegare qualche dichiarazione relativa al punteggio, allegati D ed F come nel trasferimento?

r. No.

Il punteggio dell’utilizzazione, indipendentemente per quale motivo sia richiesta, è quello assegnato dalla scuola di titolarità per la costituzione delle graduatorie interne di istituto. Non bisogna allegare nessuna dichiarazione in quanto tale punteggio risulta già convalidato.

d. La mia scuola non ha però prodotto una graduatoria interna. Come si fa in questi casi?

r. Bisogna calcolare il proprio punteggio in base al punteggio per i trasferimenti d’ufficio.

Pertanto, si calcoleranno gli anni di pre ruolo come nella graduatoria interna, 3 pp. per i primi 4 anni e 2 pp. per gli anni successivi. La continuità si calcola sin dal primo anno, 2 pp. per i primi 5 anni e 3 pp. per gli anni successivi.

A differenza dei trasferimenti si calcola come punteggio anche l’anno in corso, quindi bisogna aggiungere il punteggio dell’anno di servizio e quello della continuità (2016/17).

In ultimo, si aggiungono anche i punteggi relativi ad eventuali titoli conseguiti dopo il 6 maggio e fino al termine di scadenza per l’inoltro delle domande.

d. Chi richiede assegnazione provvisoria deve allegare dichiarazioni relative al punteggio e ai titoli?

r. No.

I punteggi derivano esclusivamente dalle “esigenze di famiglia”. Non ci sono altri punteggi da assegnare per l’anzianità di servizio o per i titoli posseduti.

d. Sono titolare di posto comune e richiedo assegnazione anche per posti di sostegno e per posti di lingua inglese. Deve dichiarare nell’autocertificazione tali titoli?

r. Sì.

L’assegnazione richiesta anche per posti di sostegno e/o anche per lingua inglese presuppone che il docente sia in possesso dei relativi titoli altrimenti non potrebbe richiedere tali tipologie di posti.

Pertanto, bisogna dichiararli affinché l’Ufficio che convalida la domanda sia a conoscenza del possesso di detti titoli.

d. Sono titolare nella scuola primaria e chiedo assegnazione anche per la scuola dell’infanzia. Cosa devo dichiarare nell’autocertificazione?

r. Per richiedere assegnazione anche nella scuola dell’infanzia bisogna dichiarare l’a.s. e la scuola in cui si è avuta la conferma in ruolo e bisogna altresì dichiarare il possesso del titolo di accesso al ruolo dell’infanzia.

Sono i due requisiti che devono coesistere al momento dell’inoltro della domanda di assegnazione anche per altro ordine di scuola.

Pertanto, bisogna che nella dichiarazione risultino gli estremi dei requisiti sopra detti affinché l’Ufficio possa convalidare la domanda richiesta anche per altro ordine di scuola.

Assegnazioni provvisorie e utilizzazioni: vademecum con novità, compilazione modelli di domanda, requisiti e precedenze

Assegnazioni provvisorie e utilizzazioni, i modelli di domanda. Da lunedì 10 luglio compilazione su Istanze on line infanzia e primaria

Tutto sulle assegnazioni e utilizzazioni

Tags FAQ, Speciale, UTILIZZAZIONI E ASSEGNAZIONI PROVVISORIE,

  • Pubblicato 15/07/2017
  • Segnala su


 

centro

 

 

 

 

 

   fgu_logo2b Gilda Unams