lunedì, 24 settembre 2018 | Home | Contatti | Accedi

RUSH FINALE SU CONTRATTO STATALI

CONTRATTO

da Ansa, 15.12.2017

Scatto medio intorno a 85 euro. Ancora nodo orari lavoro-turni.

 

Giornate decisive per il contratto degli statali. Si sta lavorando per trovare l’accordo già la prossima settimana. Diversi nodi sarebbero stati superati, restano però da definire questioni ‘normative’, come la voce da dare ai sindacati sull’organizzazione e gli orari di lavoro, i turni. La parte economica sarebbe stata messa in sicurezza: lo scatto medio sarà vicino alla soglia degli 85 euro, come garantito anche dalla ministra della P.a, Marianna Madia. L’Aran potrebbe convocare i sindacati a breve, senza aspettare l’approvazione finale della manovra.

Intanto così le parti si potrebbero riunire per discutere delle regole, in particolare delle relazioni sindacali. Come noto le sigle del pubblico impiego chiedono più spazio. E passi avanti sarebbero stati fatti, anche alla luce delle novità introdotte con la riforma Madia. I sindacati non saranno più, infatti, solo informati delle decisioni prese dall’amministrazione, ma sarà possibile anche una fase di consultazione. A riguardo i sindacati rivendicano il loro ruolo nella gestione degli orari di lavoro. Posto che tetti e turni sono quelli già stabiliti, i loro riflessi sul personale potrebbero essere materia di confronto. Quanto agli aumenti, la soluzione potrebbe passare per una clausola che ammortizza i divari che si determinerebbero applicando la stessa percentuale di aumento nei diversi settori, visto che si parte da livelli retributivi e distribuzione del personale, nei vari inquadramenti, differenti. Per ora il contratto che è in fase più avanzata e per cui si tenta l’accordo è quello della P.a. centrale, degli statali in senso stretto, che riunisce ministeri, agenzie fiscali e parastato (Inps e Inail). Visto che i problemi rimasti aperti toccano più le regole che le risorse, l’incontro tra sindacati e Aran potrebbe iniziare anche se la manovra, dove c’è la dote per i rinnovi, è ancora aperta. I negoziati andrebbero avanti infatti con una non-stop per 48 e più ore. Si attende quindi una convocazione ufficiale, in plenaria, con tutte le sigle che saranno impegnate nella ‘maratona’ per sbloccare un contratto fermo da quasi dieci anni.

Tags CONTRATTO, Speciale,

  • Pubblicato 17/12/2017
  • Segnala su