lunedì, 19 febbraio 2018 | Home | Contatti | Accedi

RINNOVO CONTRATTO E STIPENDIO, FIRMATO ACCORDO: AUMENTI FINO A 111 EURO, NESSUN AUMENTO ORARIO LAVORO, NO FORMAZIONE OBBLIGATORIA, TUTTO SU MOBILITÀ E PERMESSI

CONTRATTO

di Orizzontescuola.it, 09.02.2017

Raggiunto l’accordo tra sindacati e Governo per quanto riguarda il rinnovo del contratto e gli aumenti stipendiali.

STIPENDIO

Novità per quanto riguarda gli stipendi. Infatti gli aumenti andranno da un minimo di 81 euro ad un massimo di 111.

A questa cifra si aggiungerà anche il bonus premiale di 200 milioni di euro per il merito che, come anticipato dalla nostra redazione , è stato diviso in parti. Una parte (100 milioni) andrà direttamente negli stipendi, l’altra parte andrà a contrattazione e servirà per valutare i docenti e premiarli.

MOBILITA’

Come già anticipato dalla nostra redazione, il contratto per la mobilità diventa triennale, ma si potrà presentare domanda ogni anno. Però, sono stati inseriti nel contratto nazionale appena siglato dei paletti.

Infatti, sarà impedito ai docenti che hanno ottenuto posto su scuola, dopo le operazioni di mobilità, di presentare domanda per i successivi tre anni.

NESSUN AUMENTO DI ORE DI LAVORO

Stralciata dal contratto la parte che dava libertà ai dirigenti di assegnare incarichi ai docenti, senza che questi ultimi potessero rifiutarli. Inoltre, viene stralciata anche la proposta che voleva portare le ore di attività funzionali ad un monte comune di 80. Resterà in vigore la distinzione 40 + 40.

ORE DI POTENZIAMENTO

Viene ribadito nel contratto che le ore di potenziamento comprendono le attività didattiche che hanno quale obiettivo di perseguire gli obiettivi dell’articolo 1, comma 7, della legge 107 che vengono previste dal piano triennale dell’offerta formativa, ulteriori rispetto agli ordinamenti scolastici.

PERMESSI

Nessun intervento di modifica per i permessi del personale della scuola, come invece paventato in un iniziale testo. Ci saranno dei semplici adeguamenti alla normativa.

FORMAZIONE DOCENTI

Tolta dal testo l’introduzione della formazione obbligatoria nel contratto. La formazione resterà facoltativa.

SANZIONI DISCIPLINARI

Su questo argomento i sindacati hanno chiesto una sequenza contrattuale specifica.

AUMENTI STIPENDIALI da 81 euro a 110. Tutti gli incrementi per ATA e docenti dall’infanzia alle superiori. 

Tags CONTRATTO, Speciale,

  • Pubblicato 09/02/2018
  • Segnala su


 

centro

 

 

 

 

 

   fgu_logo2b Gilda Unams