domenica, 21 ottobre 2018 | Home | Contatti | Accedi

IMMISSIONI IN RUOLO, VALIDE LE GRADUATORIE DEL CONCORSO 2018. MA SOLO QUELLE PRONTE ENTRO IL 31 AGOSTO

PRECARI

di Fabrizio De Angelis, LaTecnicadellascuola.it, 18.07.2018

I sindacati hanno appreso dai dirigenti ministeriali l’inoltro al ministero dell’Economia della richiesta di autorizzazione per 57.322 nomine in ruolo di personale docente, di cui oltre 13.000 saranno sul sostegno.
.

Già si può attingere dalle graduatorie del concorso 2018 per abilitati

Sappiamo che quest’anno c’è la novità delle nuove graduatorie di merito del concorso regionale riservato al solo personale abilitato della scuola secondaria di secondo grado. Pertanto, le immissioni in ruolo continueranno ad essere effettuate per il 50% dalle graduatorie ad esaurimento e per il 50% da concorso 2016. Quando le graduatorie del concorso docenti 2016 dovessero essere esaurite, se le graduatorie definitive del nuovo concorso 2018 saranno già pronte, si potrà assumere da queste ultime, sempre nel rispetto dell’aliquota del 50%.

Ma le graduatorie devono essere pronte per il 31 agosto

Tuttavia, è bene precisare che le graduatorie del concorso abilitati, ai fini delle immissioni in ruolo 2018/2019, dovranno essere pubblicate entro il 31 agosto. Ovvero, le procedure concorsuali che non saranno completate entro tale data, avranno validità dall’anno scolastico 2019/20.

Questo significa che chi deve ancora sostenere l’esame orale dovrà aspettare la prossima tornata di assunzioni in ruolo.
Purtroppo, in base a quanto ci risulta, in moltissime regioni, le prove orali per la formazione delle graduatorie regionali sono state appena calendarizzate ed in diversi casi si svolgeranno solo in autunno. Pertanto, allo stato attuale, moltissimi aspiranti che già pensavano di poter partecipare già quest’anno alle immissioni in ruolo, dovranno mettersi l’anima in pace e proiettarsi al prossimo anno scolastico.

Ammissione al FIT

Il Miur ha ribadito, contestualmente, che l’ammissione al Fit determinerà, per i docenti non di ruolo, la cancellazione da tutte le graduatorie, per i docenti di ruolo, la possibilità di applicare l’aspettativa prevista dall’articolo 36 del CCNL, conservando il ruolo di precedente appartenenza almeno per un anno nelle more dell’esito dell’anno di prova.

Inoltre, l’assegnazione della sede ai docenti vincitori del FIT avverrà prima dei quella dei docenti delle Graduatorie ad esaurimento.

Come avverranno le immissioni in ruolo nella scuola secondaria

 

Tags PRECARI, Speciale,

  • Pubblicato 22/07/2018
  • Segnala su