lunedì, 10 dicembre 2018 | Home | Contatti | Accedi

RIFORMA SOSTEGNO, CORSO SPECIALIZZAZIONE DOCENTI SCUOLA INFANZIA E PRIMARIA. REQUISITI

SOSTEGNO

di Nino Sabella, OrizzonteScuola.it, 19.09.2018

Il decreto legislativo n. 66/2017 detta nuove regole in merito al titolo di specializzazione per diventare docenti di sostegno presso la scuola dell’infanzia e primaria e ai destinatari del relativo corso.

Corso di specializzazione

Per diventare docenti di sostegno nella scuola dell’infanzia e primaria si deve seguire e superare il “Corso di specializzazione in pedagogia e didattica speciale per le attività di sostegno didattico e l’inclusione scolastica“.

N.B. Il decreto legislativo (che appartiene alla passata legislatura, quando Ministro dell’Istruzione era Valeria Fedeli) non è ancora entrato in vigore.  Si prevede che per i prossimi corsi di TFA sostegno il requisito di accesso rimarrà, come al solito, l’abilitazione.

Il corso:

a) è annuale e prevede l’acquisizione di 60 crediti formativi universitari, comprensivi di almeno 300 ore di tirocinio, pari a 12 crediti formativi universitari;

b) è attivato presso le università autorizzate dal Miur, nelle quali sono attivi i corsi di laurea a ciclo unico in Scienze della Formazione Primaria;

c) è programmato a livello nazionale dal Miur secondo il fabbisogno a livello nazionale;

d) ai fini dell’accesso, richiede il superamento di una prova predisposta dalle università.

I piani di studio, le modalità attuative e organizzative del corso e i crediti formativi necessari per l’accesso al medesimo sono definiti con apposito decreto del Miur.

Requisiti di accesso al corso di specializzazione

Possono accedere al corso di specializzazione in pedagogia e didattica speciale per le attività di sostegno didattico e l’inclusione scolastica gli aspiranti:

  • in possesso della laurea magistrale a ciclo unico in Scienze della Formazione Primaria
  • che abbiano conseguito ulteriori 60 crediti formativi universitari relativi alle didattiche dell’inclusione oltre a quelli già previsti nel corso di laurea.

Riconoscimento CFU

Ai fini del conseguimento dei suddetti 60 CFU, possono essere riconosciuti i crediti (CFU) eventualmente già conseguiti in relazione ad insegnamenti, nonché ottenuti in sede di svolgimento di tirocinio e di discussione di tesi attinenti al sostegno e all’inclusione.

Decorrenza

L’anno accademico a partire dal quale entreranno in vigore le nuove disposizioni sarà stabilito dall’apposito decreto Miur, che definirà anche le modalità organizzative e attuative del corso di specializzazione.

Sottolineiamo che il Ministro Bussetti è intenzionato, vista la carenza di docenti, ad attivare i “vecchi” corsi di specializzazione su sostegno (TFA) ai quali si può accedere con l’abilitazione (diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02 o laurea in Scienze della formazione primaria).

Tags SOSTEGNO, Speciale,

  • Pubblicato 19/09/2018
  • Segnala su