venerdì, 19 aprile 2019 | Home | Contatti | Accedi

MOBILITÀ SU SCUOLA PER IL 2019/20, PREVISTO VINCOLO TRIENNALE: QUALI DOCENTI SONO COINVOLTI?

MOBILITA'

di redazione, OrizzonteScuola.it, 03.01.2019

Una delle grandi novità previste nel nuovo contratto sulla mobilità, non è altro che una conferma di quanto indicato nell’art.22 comma 4 lettera a) del CCNL 2016-18, dove si stabilisce quanto segue:

“[….] al fine di perseguire il principio della continuità didattica, i docenti possono presentare istanza volontaria non prima di tre anni dalla precedente, qualora abbiano ottenuto l’istituzione scolastica richiesta volontariamente [….]”

Vincolo triennale per i docenti che ottengono mobilità su scuola con preferenza analitica

Si tratta di un nuovo vincolo temporale che coinvolge la scuola di titolarità e interessa i docenti che parteciperanno alla mobilità per il prossimo anno scolastico ottenendo trasferimento o passaggio in una scuola tra quelle inserite analiticamente nelle preferenze.

Questi docenti saranno, quindi, tenuti a rimanere per un triennio nella scuola ottenuta con il movimento volontario

Vincolo triennale per i docenti che ottengono mobilità su scuola nel comune di titolarità con preferenza sintetica

Il vincolo triennale nella scuola di nuova titolarità interesserà anche coloro che otterranno trasferimento o passaggio nel comune di titolarità grazie a preferenza sintetica espressa su distretto sub-comunale o sul comune (per i movimenti per i quali è consentito).

Si tratta, quindi, dei docenti che partecipano alla I Fase della mobilità o fase comunale, riguardante il trasferimento su scuole ubicate nel comune di titolarità, se accontentati nella preferenza sintetica sul distretto sub-comunale

Nello stesso modo saranno sottoposti al vincolo di permanenza triennale nella scuola i docenti che parteciperanno alla II Fase o fase provinciale dei movimenti, mediante trasferimento da sostegno a posto comune e viceversa nel comune di titolarità, se accontentati nella preferenza sintetica sul distretto sub-comunale o sul comune

Il vincolo triennale, interesserà, inoltre anche i docenti che parteciperanno alla III Fase ottenendo mobilità professionale nel comune di titolarità mediante preferenza sintetica sul distretto sub-comunale o sul comune

In sintesi:

Saranno sottoposti al blocco triennale nella scuola di titolarità:

  • I docenti che ottengono trasferimento provinciale in una delle scuole richieste con preferenza analitica, in qualsiasi comune della provincia di titolarità, compresi i docenti che si trasferiscono da sostegno a posto comune e viceversa
  • I docenti che ottengono trasferimento interprovinciale in una delle scuole richieste con preferenza analitica, compresi i docenti che si trasferiscono da sostegno a posto comune e viceversa
  • I docenti che ottengono passaggio di cattedra provinciale o interprovincialein una delle scuole richieste con preferenza analitica
  • I docenti che ottengono passaggio di ruolo provinciale o interprovinciale in una delle scuole richieste con preferenza analitica
  • I docenti che partecipano alla fase comunale dei movimenti (I Fase) e ottengono trasferimento in una scuola del comune di titolarità mediante preferenza sintetica su distretto sub-comunale
  • I docenti che ottengono trasferimento da sostegno a posto comune e viceversa in una scuola del comune di titolarità mediante preferenza sintetica su distretto sub-comunale o sul comune
  • I docenti che ottengono passaggio di cattedra o passaggio di ruolo in una scuola del comune di titolarità mediante preferenza sintetica su distretto sub-comunale o sul comune

Vincolo triennale: chi non è coinvolto

Il vincolo triennale non interesserà i docenti trasferiti o che otterranno passaggio su scuola mediante preferenza sintetica, se il movimento interesserà un comune diverso da quello di titolarità

Tale vincolo non si applica neanche nei confronti dei docenti beneficiari delle precedenze previste nell’art.13 del CCNI, nel caso in cui abbiano ottenuto la titolarità in una scuola fuori dal comune o distretto sub-comunale dove si applica la precedenza.

Non possono essere sottoposti al vincolo triennale, inoltre, i docenti trasferiti d’ufficio o a domanda condizionata, anche se soddisfatti su una preferenza espressa.

Tags MOBILITA', Speciale,

  • Pubblicato 13/01/2019
  • Segnala su