venerdì, 19 aprile 2019 | Home | Contatti | Accedi

MOBILITÀ IN DIVERSE CLASSI DI CONCORSO, COME SI FA A DARE LA PRIORITÀ?

MOBILITA'

di Giovanna Onnis, Orizzonte Scuola, 23.03.2019

Il docente che partecipa alla mobilità può presentare sia domanda di trasferimento che di passaggio di cattedra.

Se possiede l’abilitazioni per più classi di concorso del grado di istruzione di titolarità, può chiedere, volendo, anche il passaggio di cattedra per più classi di concorso e dovrà presentare un modulo distinto per ogni passaggio di cattedra richiesto

Passaggio di cattedra e trasferimento: con quale priorità si valutano le domande

Il docente che chiede sia trasferimento che passaggio di cattedra può indicare nella domanda di passaggio a quale dei due movimenti intende dare priorità.

Questa indicazione viene fornita rispondendo al seguente quesito, inserito in una specifica casella del modulo domanda (casella 22 per la Secondaria II grado e casella 20 per la Secondaria di I grado):

Nel caso il candidato abbia presentato domanda di trasferimento, preferisce dare precedenza al trasferimento?”

Se il docente risponde affermativamente sarà data precedenza al trasferimento rispetto al passaggio di cattedra

In assenza di tale indicazione, come esplicitato nell’art.6 comma 3 del CCNI, prevale il passaggio di cattedra

Passaggio di cattedra per diverse classi di concorso: con quale priorità si valutano le richieste

Il docente che chiede il passaggio di cattedra in diverse classi di concorso deve presentare una domanda di passaggio per ogni classe di concorso richiesta e può indicare l’ordine di gradimento per ogni domanda.

Questa indicazione viene fornita inserendo, in ciascuna domanda di passaggio di cattedra, quindi per ogni classe di concorso richiesta, l’ordine con il quale desidera venga valutata la domanda, in una specifica casella del modulo (casella 23 per la Secondaria II grado e casella 21 per la Secondaria I grado), dove viene richiesto quanto segue:

Nel caso il candidato abbia presentato più domande di passaggio, indicare l’ordine di trattamento (1°,2°,3°, etc.) della domanda rispetto alle altre

Ordine valutazione domande

Se il docente, quindi, presenta domanda di trasferimento e due domande di passaggio di cattedra e indica di voler dare priorità al passaggio di cattedra, questa indicazione sarà valida per ambedue le domande di passaggio e l’ordine di priorità dovrà essere:

1. passaggio di cattedra 1

2. passaggio di cattedra 2

3. trasferimento

Se, invece, il movimento prioritario per il docente è il trasferimento allora le due domande di passaggio saranno subordinate al trasferimento e, conseguentemente, l’ordine di priorità dovrà essere:

1. trasferimento

2. passaggio di cattedra 1

3. passaggio di cattedra 2

Non è valido, invece, il seguente ordine di priorità:

1. passaggio di cattedra 1

2. trasferimento

3. passaggio di cattedra 2

Non è possibile, infatti , indicare nell’ordine di priorità i due passaggi in posizione non consecutiva in quanto deve essere rispettata la priorità tra i due movimenti (trasferimento e passaggio di cattedra), come indicato dallo stesso docente

Se non viene rispettato l’ordine corretto nell’indicazione delle priorità, il sistema, nella piattaforma ministeriale Istanze OnLine, non consentirà di salvare la domanda con l’ordine di priorità errato, poiché in contrasto con le scelte precedenti effettuate dal docente nella stessa domanda

Tutto sulla mobilità

Tags MOBILITA', Speciale,

  • Pubblicato 24/03/2019
  • Segnala su