mercoledì, 16 ottobre 2019 | Home | Contatti | Accedi

CONCORSO SCUOLA SECONDARIA, BUSSETTI: TEMPI VELOCI, NECESSARIO ASSUMERE

CONCORSO A CATTEDRA

di redazione, Orizzonte Scuola, 23.03.2019

Tempi veloci per il concorso scuola secondaria, ma ancora una volta non c’è la data per l’avvio delle procedure. Bussetti torna a parlare di reclutamento docenti. 

In questo momento abbiamo la necessità di stabilizzare i nostri docenti e quindi abbiamo avviato con l’ultima legge finanziaria i presupposti per avviare in tempi anche veloci le procedure di reclutamento per i docenti”.

Queste le parole di Bussetti oggi a Conegliano in visita all’istituto enologico Cerletti.

Altre procedure di reclutamento – ha proseguito il Ministro – per dirigenti scolastici e personale amministrativo sono già state avviate e abbiamo risolto il problema dei diplomati magistrali che da dicembre 2017 non era mai stato più ripreso in mano

Sul concorso della secondaria si è detto tanto. A nostro parere l’ipotesi più plausibile e auspicabile rimane quella di un bando massimo entro settembre 2019.

Concorso, anno di formazione e prova e conferma in ruolo saranno gli step per poter diventare docente di ruolo nella scuola secondaria di primo e secondo grado.

Requisiti di accesso

  • Costituisce titolo di accesso al concorso per i posti comuni:

– il possesso dell’abilitazione specifica sulla classe di concorso oppure il possesso congiunto di laurea (magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso) e 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.

  • Per i posti comuni, inoltre, possono partecipare al concorso, senza conseguire i 24 CFU, coloro i quali sono in possesso di abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione, fermo restando il possesso del titolo di accesso alla classe di concorso ai sensi della normativa vigente
  • Costituisce titolo di accesso al concorso per i posti di insegnante tecnico-pratico:

-diploma di accesso alla classe della scuola secondaria superiore

Dal 2024 /25 i requisiti diventano:

  • abilitazione o
  • laurea triennale e 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche

Costituiscono titolo di accesso al concorso per i posti di sostegno:

– i succitati requisiti (quelli per i posti comuni oppure quelli per i posti di ITP) più il titolo di specializzazione su sostegno.

Docenti con tre annualità di servizio

Evidenziamo che i docenti con tre annualità di servizio (anche non continuativo, su posto comune o di sostegno, nel corso degli otto anni scolastici precedenti, entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione) potranno partecipare al concorso con la sola laurea, senza quindi i 24 CFU per una delle classi per le quali hanno un anno di servizio.

Tale beneficio, come la riserva del 10% di posti, è previsto soltanto “in prima applicazione”, cioè per il primo dei concorsi che saranno banditi ogni due anni.

Tags CONCORSO A CATTEDRA, Speciale,

  • Pubblicato 24/03/2019
  • Segnala su